CHI SIAMO SIN DALLE ORIGINI


Tutti sanno che il Cristianesimo fu perseguitato dall'impero Romano e che fino al 300 d.C. i Cristiani si riunirono clandestinamente nelle catacombe o in luoghi nascosti ovunque.

Nel 312 d.C. l'imperatore romano Costantino, pensò di dare una maggiore stabilità all'impero offrendo ai Cristiani la LIBERTA' DI CULTO in cambio di un'alleanza che avrebbe permesso la collaborazione della Chiesa con lo stato romano...

Stanchi della spietata persecuzione romana, le Chiese Cristiane accettarono di buon grado quest'offerta, ma a distanza di poco tempo si accorsero del grande errore:

L'imperatore, come controparte dei benefici concessi, pretese di avere ingerenze nella gestione delle varie Chiese, a cominciare da quella di Roma: il primo Concilio della Chiesa Cattolica fu presieduto dall'imperatore e ratificò i primi Dogmi provenienti dal precedente paganesimo!

L'imperatore cominciò ad obbligare i pagani per farli divenire "Cristiani": in poco tempo la stragrande maggioranza della gente "divenne Cristiana" per evitare di essere maltrattata dall'imperatore! (La situazione si era capovolta!)

Moltissimi divennero "CRISTIANI NOMINALI", cambiando semplicemente nome religioso, ma continuando a fare quello che avevano sempre fatto: il paganesimo entrò nella Chiesa Cristiana con tutte le sue forme idolatriche e con tutti i suoi compromessi.

Lo stesso imperatore, che sulle prime aveva affermato di avere avuto una visione notturna per diventare Cristiano (aveva fatto mettere una croce su tutti gli scudi e su tutte le bandiere!) continuò a vivere una vita fondamentalmente pagana (fece persino uccidere uno dei suoi figli e si battezzò Cristiano solo poco prima di morire)!

Nel giro di qualche anno la maggioranza di coloro che frequentavano la Chiesa Cristiana era solo NOMINALE e non autenticamente cristiana.

si pretese A MAGGIORANZA e con l'appoggio imperiale che le immagini e le statue del paganesimo fossero poste nelle Chiese Cristiane con nuovi nomi (ancora oggi si fa la stessa cosa!)

si pretese che si introducessero nel Cristianesimo le processioni e le feste pagane in onore degli dei "protettori" (ai quali venne attribuito l'appellativo di santi e madonne): vedi "la regina del cielo" babilonese e la "madonna"!

si cominciò a pretendere che tutta la Chiesa doveva dipendere prima dall'imperatore e poi dal vescovo di Roma: successivamente il papa divenne "imperatore"!

Fu a questo punto e per queste motivazioni che tutti gli autentici Cristiani, per rimanere fedeli a Vangelo, si separarono da questa nascente Chiesa Cattolica che si dimostrava pagana... e l'imperatore, assieme alla nuova Chiesa di Roma (più pagana che Cristiana) tornò a perseguitare il Cristianesimo!

Sempre a causa di questo si formarono anche la Chiesa Ortodossa, l'Islamismo e altre religioni ancora!

I Cristiani Evangelici sono coloro che, per essere fedeli al Vangelo, da allora in poi PRESERO LE DISTANZE dalla Chiesa Romana (che poi si chiamò “Chiesa Cattolica” e nell'arco dei secoli si impose su tutte le Chiese del mondo tramite il papa, sostenuta dai compromessi con la politica dei vari regnanti.

I VERI Cristiani, da Cristo in poi (prima con gli Apostoli e poi con i martiri) avevano sempre cercato di concretizzare la fedeltà al Vangelo a costo della vita!

Durante tutti i secoli successivi ci furono sempre dei "fuoriusciti" dal Cattolicesimo: si trattava sempre di persone che, stanche dell'ipocrita ambiguità cattolica, volevano tornare alle origini cristiane con una vita fedele agli insegnamenti di Cristo: il Cattolicesimo fu sempre spietato contro di loro e ne soffocò sempre l'espansione e l'organizzazione perché li considerava UNA MINACCIA!

Nonostante la spietata persecuzione del Cattolicesimo, i Cristiani Evangelici non sono mai stati "estinti", ma neanche si sono mai potuti moltiplicare liberamente..., tranne che in questi ultimi due secoli grazie ad una progressiva emancipazione!

Nel 1520 un monaco e teologo Cattolico, Martin Lutero, cercò di stimolare il papa di Roma ad un ritorno evangelico: egli denunciò i grandi soprusi romani e la grande ambiguità, gli sfarzi papali (esisteva uno STATO PONTIFICIO!) e la VENDITA DELLE INDULGENZE...; egli non voleva uno scisma per fare una nuova chiesa, ma il Papa cercò di fare uccidere più volte lui e tutti coloro che sostenevano i suoi pensieri.

Lutero dimostrò con la Bibbia (l'invenzione della stampa era avvenuta 70 anni prima!) che il Cattolicesimo si era allontanato abissalmente dal Vangelo, ma la Chiesa Cattolica decise di stroncarlo con la famosa INQUISIZIONE e lo definì PROTESTANTE (perché protestava contro il Cattolicesimo in nome della Bibbia)...

Furono uccisi milioni di Cristiani per il solo motivo che volevano ubbidire al Vangelo, ma i principi tedeschi (Martin Lutero era tedesco) si allearono e, per proteggere Lutero, si staccarono dalla Chiesa di Roma: nacque così il Protestantesimo.

I Cristiani Evangelici NON SONO PROTESTANTI, poiché non sono gli "affiliati" di Lutero: il protestantesimo, con tutte le sue pratiche e fazioni, risale solo al 1500!

Ovviamente oggi la gente vive all'oscuro di tutte queste cose e continua in una pratica religiosa pagana incurante di tutto e subendo il potere dell'ambiguità cattolica, chiamando PROTESTANTI tutti quelli che non sono cattolici e facendo della fede una via politica: oggi tutti i NON Cattolici vengono definiti Protestanti, ma è del tutto errato, poiché tra essi e i Cristiani Evangelici vi sono molte differenze!

Chi sono i Cristiani Evangelici:

I Cristiani Evangelici sono coloro che credono SOLO in quello che disse Gesù Cristo ... e gli Apostoli furono i primi Evangelisti: gli stessi scrittori dei 4 Vangeli vengono definiti EVANGELISTI anche dagli stessi Cattolici!

I Cristiani Evangelici NON accettano di credere a qualsiasi cosa che NON sia scritta nel Vangelo!

I Cristiani Evangelici fanno di tutto per vivere una vita semplice e fedele al Vangelo, come fecero Cristo e gli Apostoli (“Evangelico” significa "fedele al Vangelo", come “Cristiano” significa “seguace di Cristo, fedele a Cristo”).

I Cristiani Evangelici, proprio come disse Cristo, si considerano veramente TUTTI FRATELLI, membri della stessa famiglia, figli dello stesso Padre Celeste e aventi tutti gli stessi medesimi diritti e doveri.

I Cristiani Evangelici, come disse Cristo, rifiutano ogni forma di gerarchia, ogni ambiguità sociale e politica: la fede non va mischiata con la politica e la Chiesa Cristiana NON E' FATTA DI "CAPI E CODE", di servi e padroni, di santi e diavoli, di clero e laici, di praticanti e non!

Quali le differenze col Cattolicesimo:

Fare un elenco delle differenze tra i Cristiani fedeli al Vangelo e una qualsiasi delle 300000 religioni sarebbe del tutto "sterile" e inutile: la vera base di tutte le differenze è LA SACRA BIBBIA...

Tutto ciò che NON E' SCRITTO NELLA SACRA BIBBIA E' UNA DIFFERENZA!

Dogmi, Sacramenti, immagini, statue, riti liturgici, feste, gerarchie, politicismo, ecc.: tutto ciò che Cristo e gli apostoli NON fecero è respinto dai Cristiani Evangelici, poiché il vero Cristiano pratica solo l'insegnamento di Cristo!

Anche se molti si definiscono “Cristiani”, si deve ammettere che la loro fedeltà spesso è indirizzata o alla Chiesa Cattolica, o all'interesse individualistico: di praticare veramente il Vangelo non se ne parla quasi mai; a Dio si crede, ma ognuno fa quello che gli pare e piace; per essi la fede è solo una tradizione formale, una teoria senza pratica!

Il Vangelo chiede una vita semplice e comunitaria, senza egoismo e senza orgoglio,... caratterizzata dall'Amore altruistico e dalla ricerca di una vita santa, con l'unica ambizione di piacere a Gesù Cristo: il lettore capirà da solo che si tratta di qualcosa che è fondamentalmente diverso dalla religione Cattolica!

 

  • Crediamo che le Sacre Scritture, l’Antico ed il Nuovo Testamento, nei loro testi originali sono pienamente ispirati dallo Spirito Santo, sono senza errori, sono l’autorità suprema per la Chiesa e sono la Verità assoluta.
  • Crediamo che c’è un solo Dio, esistente eternamente in tre persone uguali e distinte: il Padre, il Figliolo e lo Spirito Santo.
  • Crediamo all’assoluta Deità e piena umanità del nostro Signore Gesù Cristo.
  • Crediamo che Gesù fu generato dallo Spirito Santo e nacque dalla vergine Maria, ebbe una vita senza peccato e i Suoi miracoli furono tutti autentici. La Sua morte vicaria ed espiatoria, la Sua risurrezione corporale e la Sua opera mediatrice in cielo sono delle realtà.
  • Crediamo nella Persona, nell’Opera e nella Deità dello Spirito Santo: è lo Spirito Santo che dona Vita, santifica, rafforza e conforta i credenti.
  • Crediamo che l’uomo sia stato creato senza peccato, ma tentato da Satana cadde nel peccato e portò l’intera razza umana sotto l’eterna separazione da Dio.
  • Crediamo che l’uomo è salvato credendo nella perfetta opera espiatrice di Cristo tramite Ravvedimento e Conversione personale. La giustificazione che dà salvezza eterna è per sola grazia mediante la fede, ma tale salvezza induce a fare "frutti degni di ravvedimento".
  • Crediamo che la Chiesa è il corpo di Gesù Cristo formato da tutti i Credenti nati di nuovo, cioè rigenerati spiritualmente mediante il rinnovamento e il ricevimento dello Spirito Santo, che dona loro certezza di salvezza eterna e celeste.
  • Crediamo che l’attuale opera della Chiesa è adorare Dio, contribuire al perfezionamento dei santi (tutti i Credenti nati di nuovo) ed evangelizzare il mondo senza mai tralasciare le opere pietose di ogni genere e ovunque.
  • Crediamo nel personale e corporale ritorno del Signore Gesù Cristo per stabilire il Suo Regno glorioso che durerà mille anni sulla terra: dopo vi sarà una traslazione eterna nel Paradiso celeste di tutti i salvati, una dannazione eterna di tutti i perduti e una nuova creazione nel quale abiti la giustizia.